Sagra della cipolla - Pro Loco Valganna 2016

Vai ai contenuti

Menu principale:

Sagra della cipolla

Manifestazioni
La Sagra della Cipolla nasce nell'ormai lontano 2003 . Ogni anno utilizziamo principalmente 4 qualita' di questo ortaggio povero ma di grandi soddisfazioni culinarie : la cipolla di tropea , la bianca , la bionda e la piu' rara e pregiata cipolla di Breme, località sita  in lomellina .
Le lacrime a fiumi che scorrono nella fase di pulitura e preparazione lasciano il posto al meraviglioso aroma dei piatti in cottura.
Vengono così preparati dalle sapienti mani dei nostri cuochi  svariati piatti a  partire dalle zuppe , per passare alle torte salate e ai classici contorni , senza dimenticare infine le magnifiche cipolle fritte.
Non mancano  il classico panino con la salamella e le deliziose e ricercate torte preparate e confezionate dalle sapienti mani dello staff della Compagnia Teatrale "Scusate il disturbo".
La Cipolla Rossa di Breme
La cipolla rossa di Breme ,è la particolare varietà di cipolla che viene coltivata nei circa 2 ettari di terreni che circondano il comune di Breme , in provincia di Pavia. La sua storia comincia dieci secoli fa: quando nel lontano 906 d.c. i monaci della Novalesa giunsero a Breme e ccome riportato da un'antica cronaca " videro che quel luogo era ubertoso , ameno e fruttifero" e lo elessero a sede della congregazione , ritenendolo "la migliore di tutte le città costruite nel Contado della Lomellina". Da allora ben poco e' cambiatonelle tecniche di coltivazione  e le sementi sono ancora preparate  scegliendo una per una le cipolle migliori da mandare in fioritura. I produttori che le coltivano per la vendita si contano sulle dita di una mano ... no ne servono due : sono sei , e ogni anno producono 500 quintali . Sono sostenuti dalla poisportiva  Bremese , che grazie alla passione del suo presidente , Antonio Ronchi, organizza da più di 25 anni la sagra della Cipolla Rossa. Il lavoro richiesto dalla coltivazione e' enorme : i semi vengono posti a bagno , con luna calante , in sacchi di iuta ; successivamente , appena germinati , vengono recuperati e seminati in vivaio. Dopo un breve periodo le piantine sono finalmente trapiantate in campo , nei pochi terreni verso la golena che da secoli accolgono questa coltura. Il tempo della raccolta giunge apartire da giugno e si protrae per circa due mesi. Il sapore della Cipolla di Breme , persistente ma pacato , assolutamente unico e irriproducibile altrove , è ben definito dall'affettuoso soprannome che i suoi concittadini le hanno dato : la Dolcissima. Per questa sua caratteristica essa da sempre si è prestata a interessanti sperimentazioni  culinarie e accostamenti solo in apparenza arditi.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu